Doctor Glass per il 5° anno consecutivo è tra i Campioni del Servizio

doctor glass 2020 campione servizio
18 novembre 2020 - Il mondo Doctor Glass

Doctor Glass mette in bacheca la quinta coppa consecutiva “Sigillo d’oro – Top Servizio” della speciale classifica “Migliori in Italia – Campioni del Servizio” realizzata dall’Istituto Tedesco Qualità e Finanza, in cooperazione con l’Università Goethe di Francoforte e in media partnership con La Repubblica – Affari&Finanza. Anche per l’edizione 2020-21 i dottori volano in alto, riuscendo addirittura a migliorare il gradimento ricevuto dai consumatori gli anni passati.

In questa settima edizione del premio “Migliori in Italia – Campioni del Servizio” sono stati raccolti complessivamente 232.000 giudizi di cittadini italiani. Al setaccio sono state passate 1.319 aziende di 152 ambiti diversi dell’economia, che rende questa ricerca sul servizio la più vasta in Italia.

Dottori da 71,7% a 76,5%
“Per ciascuno degli 152 mercati analizzati – sottolineano i promotori – è stato calcolato un punteggio SES sul servizio medio, che indica la quota media degli italiani che giudicano come “molto buono” il servizio vissuto con le aziende appartenenti a quel settore”.

Il mercato di riferimento di Doctor Glass è quello Auto&MotoriRiparazione parabrezza: con un punteggio di 76,5% (lo scorso anno era 71,7%) oltre 3 persone su 4 danno un voto altissimo ai servizi, all’assistenza, alla professionalità, alla prontezza e a tutto ciò i dottori offrono quotidianamente ai clienti lungo tutta la Penisola attraverso una rete capillare. Senza dimenticare che praticamente da inizio anno l’emergenza sanitaria ha costretto ad un’ampia riorganizzazione, come sottolineato anche dagli organizzatori del premio: “Il servizio ai clienti è stato messo a dura prova durante gli ultimi mesi: essere vicine ai consumatori durante l’emergenza Coronavirus è stata la grande sfida per tutte le aziende in Italia”.

La ricerca
Per stilare la classifica “Migliori in Italia – Campioni del Servizio”, i dati sono stati raccolti a settembre 2020 attraverso un sondaggio rappresentativo sulla popolazione italiana condotto con il metodo Cawi. Ai consumatori intervistati è stato domandato se fossero clienti (attuali o degli ultimi 3 anni) delle aziende analizzate e se avessero ricevuto un servizio molto buono (da qui l’alta qualità che ne emerge). Dalle risposte ottenute si calcola poi la percentuale dei clienti che ritiene molto buono il servizio di ciascuna azienda: il “Service Experience Score” (SES).

“Il SES è semplice e preciso. È un fidato gradimetro della fidelizzazione dei clienti”, spiega il professor Rolf Van Dick dell’Università Goethe di Francoforte. La metodologia non si limita ai singoli aspetti del servizio ricevuto, ma comprende anche il rapporto con i clienti e la loro esperienza d’acquisto. I consumatori vogliono vivere un’esperienza positiva nella totalità.