Meno traffico e meno sinistri: le assicurazioni salvano 1,5 miliardi

doctor glass_rcauto corona virus_copyright shutterstock_783065875
30 aprile 2020 - I nostri consigli

Ben 25 milioni di euro al giorno. Che moltiplicati per circa 60 di lockdown determinato dall’emergenza Corona Virus, fanno un tesoro di 1,5 miliardi (solo per le Rc auto) di euro per le assicurazioni. È quanto hanno risparmiato infatti le compagnie, secondo i dati forniti dallo SNA (Sindacato nazionale agenti di assicurazione) e ripresi in un approfondimento del Sole24Ore.
Dati alla mano si è registrato un calo dell’80% della mobilità stradale (dati UnipolSai su un campione di 4 milioni di veicoli), del -76,1% del traffico autostradale e del -85,3% dei sinistri nella rete urbana. Il tutto per un risparmio stimato di 25,2 milioni di euro al giorno di sola Rc Auto. In questo quadro l’Ivass ha sensibilizzato le compagnie per attuare delle politiche di aiuto ai clienti: “dilazioni di pagamento nei rinnovi di polizza – si legge sul Sole – flessibilità sulla possibilità di sospendere le polizze in caso di mancata circolazione, sconti sul prossimo rinnovo considerati equivalenti al periodo di lockdown”. Iniziative queste che possono essere prese però in totale autonomia da ciascuna compagnia.

Se certamente il “tesoretto” messo da parte dalle compagnie assicurative è decisamente cospicuo, quello che preoccupa è che dopo la ripresa della circolazione potrebbero verificarsi molti più sinistri, determinati dal maggiore utilizzo dei veicoli privati a fronte di mezzi pubblici utilizzabili a capienze ridotte.

Claudio Demozzi, predidente SNA, ha sottolineato come “le compagnie hanno il dovere (e l’interesse) di impegnare una minima parte del risparmio da lockdown per mantenere in vita il sistema delle agenzie, rimaste aperte durante l’emergenza perché riconosciute essenziali dal Governo”.

Relativamente alla sospensione del proprio premio, è importante precisare che laddove previsto dal proprio contratto, l’opzione è usufruibile solo per chi ha il veicolo custodito in garage o nel proprio cortile (anche se una sentenza della Corte europea ha stabilito che dovrebbe esserlo anche in aree private, anche se in Italia la sentenza non finora stata applicata). In strada, infatti, il veicolo anche se fermo va sempre tenuto sotto copertura.

Tra le buone notizie, dal 4 maggio la ripresa di molte attività e la possibilità di muoversi con più facilità potrà dare la possibilità agli automobilisti di procedere al cambio degli pneumatici invernali. Prima di mettersi alla guida è consigliabile informarsi col proprio gommista di fiducia sulla migliore strategia da seguire.

L’IMPEGNO DI DOCTOR GLASS
Ricordiamo ancora una volta che in queste settimane di emergenza determinate dalle azioni intraprese per arginare la diffusione del Corona Virus (Covid-19), per tutelare sia la salute dei nostri clienti, sia quella degli operatori dei nostri centri Doctor Glass su tutto il territorio nazionale, abbiamo deciso di ridurne l’apertura, lasciando operativi solo quelli legate alle emergenze e alle necessità lavorative e professionali. Doctor Glass invita gli automobilisti a recarsi nei centri solo se per comprovata emergenza, al fine di circolare con un veicolo in sicurezza. Resta sempre attivo il nostro numero verde 800.10.10.10 e aggiornato l’elenco dei centri sul nostro sito.
Torneremo presto ad occuparci della vostra auto a tempo pieno! #andràtuttobene